Ottobre 2017

Vola il primo F-35B versione a decollo corto ed atterraggio verticale per l’Italia (25-10-2017)

1voloF35B ita

Ieri 24 Ottobre 2017 è una data da ricordare. Ha volato il primo Joint Strike Fighter “B”, versione a decollo corto ed atterraggio verticale, assemblato al di fuori degli Stati Uniti e il primo dei 30 in ordine destinati alle Forze Aeree del nostro paese. Non è ancora noto se sarà l’Aeronautica Militare o l’Aviazione Navale ad apporre le coccarde del 32° Stormo al jet andato in volo oggi oppure se verrà assegnato al Gruppo Aerei Imbarcati.
Il jet, decollato ed atterrato in modo convenzionale, ha volato privo di qualsiasi insegna fatta eccezione la coccarda tricolore a bassa visibilità ed il proprio numero di matricola.
Alle 13 di ieri, accompagnato da un Eurofighter F-2000A del 36° Stormo come chase plane, BL-1 (dove B indica il modello a decollo corto ed atterraggio verticale, L per Italia ed il progressivo 1 il primo esemplare del lotto) ha staccato per la prima volta le ruote dalla pista di Cameri sede della F.A.C.O. co-gestita da Leonardo e Lockheed Martin.
Con l’atterraggio di entrambi i velivoli, dopo circa 1 ora e 40 minuti ha chiuso questa giornata che potremmo definire storica ed viene così marcata un’altra importante pietra miliare nel proseguimento del programma JSF Joint Strike Fighter.
I voli di collaudo dovrebbero proseguire nei prossimi giorni mentre è oramai imminente il primo volo di AL-9, il nono F-35A “convenzionale” che, stando ai lotti produttivi previsti dal programma, dovrebbe essere a sua volta consegnato entro l’anno all’Aeronautica Militare.

foto e autore: Gianluca Conversi
fonte: http://www.aviation-report.com/vola-primo-f-35b-versione-decollo-corto-ed-atterraggio-verticale-italia/

 

APPROFONDIMENTI

Il programma JSF F-35 in pillole: articolo

Leggi tutto...

Ricostituzione 53° Stormo - Cerimonia 29 aprile 1967

Leggi tutto...

Regolamento per l'assegnazione della borsa di studio Magg. Mariangela Valentini

Nel mese di settembre 2017 è stato firmato un regolamento concordato tra il Circolo del 53, il Club 61 Frecce Tricolori di Borgomanero e  l’Associazione Nazionale Famiglie dei Caduti e Mutilati dell’Aeronautica (ANFCMA) per l'assegnazione di una borsa di studio a uno studente dell'Istituto Tecnico Aeronautico "Francesco Baracca" d Novara ed a uno studente meritevole di Oleggio, rispettivamente scuola e cittadina del Maggiore pilota Mariangela Valentini.

L’ANFCMA, sebbene non molto conosciuta è stata costituita con Regio Decreto n° 2226 del 27 ottobre 1937 ed ha lo scopo di assistere le famiglie dei caduti ed i mutilati dell’Aeronautica; nella fattispecie assicurerà  la consegna di analoghe borse di studio a studenti di istituti frequentati dagli altri tre piloti caduti nel tragico incidente nelle Marche nel 19 agosto 2014.

Regolamento Borsa di studio Valentni 2017 firmatocontinua a leggere il regolamento, clicca qui

Leggi tutto...

27ª Assemblea dei Soci Circolo del 53: assegnate le borse di studio 2017 (17-10-2017)

4 panoramica sociNel corso dell’odierna edizione, la n° 27, dell’assemblea dei soci e come ormai consolidato nelle precedenti, sono state consegnate due borse di studio intitolate al Magg. Pil. Mariangela Valentini, in ricordo del suo sacrificio avvenuto poco più di tre anni fa, quando perdeva la vita, assieme a tre colleghi di Ghedi, in un tragico quanto improbabile incidente di volo nel quale, come si ricorderà, vennero a collisione due velivoli tornado nel cielo delle Marche.
Proprio per onorarne la memoria e ricordarne la passione per la carriera intrapresa, esempio di impegno professionale e dedizione al proprio dovere, gli studenti Nicolò Mariani dell’Istituto Tecnico Aeronautico "Francesco Baracca" di Novara  e la studentessa Rebecca Testolin di Oleggio, hanno beneficiato della somma indicata nello statuto firmato congiuntamente dal Circolo del 53, dal Club 61 Frecce Tricolori di Borgomanero presieduto dalla sig.ra Maria Teresa Bertinotti, e dall’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Mutilati dell’Aeronautica retto dal Gen. Tosi.
20171007 178 I premiati, chiamati ad avvicinarsi al tavolo della presidenza con insegnanti, genitori e sindaco di Oleggio, presente la mamma della Valentini sig.ra Piera Vandoni, hanno ricevuto i riconoscimenti dalle mani del Presidente Gen. Tosi e del Gen. Magrassi.

5 cons bs ist Baracca

20171007 187
20171007 192 20171007 196
La novità di quest’anno è stata l’introduzione di un ulteriore sovvenzione interamente finanziata dalla sig.ra Elisa Corradi, vedova del Cap. Giovanni Ballestra, pilota di Cameri deceduto in seguito alla caduta del suo F-104 S alla fine degli anni ’70, che ha voluto porre in concorso a favore di un giovane militare dell’aeroporto che si fosse distinto nel corso dell’anno appena trascorso. 7 cons bs BallestraLa scelta è caduta sul Serg. Elisabetta Belloli, in servizio presso il 1° RMV, impegnata anche come studentessa universitaria nella facoltà di scienze motorie nonché valente sportiva rugbysta ben inserita in una società sportiva torinese; l’assegno, intitolato alla memoria per l’appunto del Cap. Ballestra, ricordato da Mainini col soprannome di Baciccia, il pilota pescatore, come lo chiamavano i colleghi, è stato consegnato alla premiata dal Gen. Fantuzzi circondato dai piloti presenti al raduno ed appartenuti all’ex 21° gruppo.
Leggi tutto...

7 ottobre 2017: a Cameri la 27ª edizione dell'assemblea annuale dei soci del "Circolo del 53" (16-10-2017)

La magica atmosfera che contraddistingue l’annuale raduno dei soci, accompagnati per l’occasione da famigliari, amici e simpatizzanti, si è puntualmente ricreata anche  in questa 27a edizione dell’assemblea che ha avuto luogo all’interno della base camerese sabato 7 ottobre ultimo scorso; un rituale che rimane inalterato negli anni, sempre più apprezzato e sicuramente atteso con ansia dai convenuti un tempo accomunati da queste strutture, ora non più, ma proprio per questo, entusiasti di calpestare ancora una volta un sedime che li ha visti in passato, pur con differenti profili professionali, protagonisti della storia dell’aeroporto piemontese.
9 veduta piaz Hangar vs nordEcco allora che in una cornice tecnologicamente maestosa come quella  dell’hangar del 1° R.M.V., resa ancor più seducente da una colorata ed oltremodo interessante mostra statica posizionata all’esterno, nel piazzale antistante, realizzata con velivoli ed auto storiche, ha preso vita il consueto “cerimoniale”, spontaneamente composto, è d’obbligo ricordarlo, dai  sorrisi, dalle battute, dai ricordi, dalle strette di mano, dagli abbracci, dai reciproci “interrogatori” di chi si ritrova dopo un considerevole lasso di tempo, quasi sempre almeno un anno, e permeato, ma a ragion veduta, di inevitabili e spesso malcelate nostalgie.
Un’affluenza più numerosa del previsto, quella di quest’anno (oltre 600 presenze), che ha sorprendentemente obbligato diverse decine di intervenuti a seguire in piedi i lavori dell’assemblea, ma che ha consentito a tanti, prima e dopo, di ammirare le punte di diamante della nostra flotta aerotattica, il Tornado e l’Eurofighter, affiancati da due grandi protagonisti del passato: la Gabarda e lo Starfighter; presenti anche tre modelli “volanti”, un Aermacchi MB-326, un Texan T-6 e un PA -28, ai comandi dei quali rispettivamente il Gen. Lodovisi e il T.C. Pellegrino, i sig.ri Abico e Fortunato, il M.llo Tamborino, che si sono aggiunti alla mostra, così come un centinaio di auto storiche provenienti da tutta Italia, le quali hanno praticamente coperto il mondo delle 4 ruote dell’intero secolo scorso.
I lavori dell’assemblea veri e propri sono puntualmente iniziati alle 11:00 quando hanno fatto il loro ingresso in hangar le massime autorità militari e civili accompagnate dal Gen. Nastasi dal Col. Zamponi e dal Col. Traverso, rispettivamente Capo del Centro Polifunzionale Velivoli Aerotattici, Comandante dell’aeroporto e Direttore del 1° R.M.V.; hanno così preso posto in sala il prefetto di Novara dott. Castaldo, il Segretario Generale e Direttore Nazionale degli Armamenti Gen. Magrassi, il Comandante Logistico Gen. Fantuzzi, il Gen. Langella Capo di Armaereo ed il Comandante della 2a Divisione del Comando Logistico Gen. Astolfi.
Prima di proseguire con la cronologia degli eventi, va preliminarmente detto che in questa edizione vi sono state, rispetto alle precedenti, due importanti novità: la prima, che in realtà si ripropone ogni tre anni, è rappresentata dalle votazioni per il rinnovo del Consiglio ed i cui risultati saranno resi noti solo dopo la prossima riunione del vecchio direttivo che ufficializzerà i voti scrutinati, con la presentazione, a breve, dei nuovi consiglieri; la seconda, e forse quella di maggior rilevanza, è rappresentata dall’esordio (invero assai brillante) del Col. Cosimo Lospinoso  in qualità di nuovo segretario del Circolo, al posto di colui il quale ha ricoperto quel ruolo per oltre 25 anni e che per i meriti acquisiti in questo quarto di secolo è stato acclamato dall’assemblea, lo scorso anno, Presidente Onorario: si tratta del Gen. Marcello Ciolli, oggi assente causa una non perfetta condizione di salute ed al quale il Presidente Mainini ha voluto dedicare, al termine dei lavori e in diretta telefonica, l’applauso dell’assemblea odierna oltre che gli auguri per una pronta e completa guarigione.
2 autor partecipRitornando ora alla successione degli eventi, Mainini, prima di introdurre gli argomenti all’ordine del giorno, ha doverosamente rivolto il proprio indirizzo di saluto agli intervenuti:  in primo luogo ai soci, successivamente alle autorità sopraccitate,  ai sindaci di Novara ed Oleggio,  al Comandante del Rgt. Nizza Cavalleria di Bellinzago, al Comandante provinciale dei Carabinieri, al  Comandante dei Vigili del Fuoco, al Presidente del "Circolo del 51", ed in conclusione a tutte le signore presenti; dopo essersi poi complimentato per  la consistente partecipazione a questa 27a edizione dell’assemblea, ha ceduto il microfono al Gen. Nastasi, quale ospite dell'evento, per il suo personale benvenuto ai convenuti.
Nel ricordare, subito dopo, l’anniversario del 50ennale dalla ricostituzione del 53° Stormo, trama ispiratrice dell’odierno raduno, il Presidente ha tenuto a sottolineare che il libro che è stato consegnato agli iscritti come ricordo della giornata, rappresenta solo la prima parte dell’intera opera, dal momento che i contributi di pensiero e di esperienze vissute, inviati da appartenuti al 53° Stormo, sono stati talmente numerosi e corposi, che il consiglio direttivo ha unanimemente deciso di dividerla in due tomi, il secondo dei quali verrà consegnato il prossimo anno quale strenna della 28a edizione dell’assemblea dei soci del circolo, in concomitanza, tra l’altro, dei 100 anni ricorrenti dalla costituzione del 21° Gruppo (Macedonia 1918); a tal proposito è stato consegnato un tangibile riconoscimento agli autori del libro, Sacchetti e Ragni, accompagnato dall’applauso dei presenti (un frammento di una ripresa della cerimonia della ricostituzione del 53 Stormo del 1967 è presente in Foto&Video del sito).
È stata poi la volta degli interventi degli ospiti più illustri: si sono avvicendati al microfono, pur in tempi diversi, per rivolgere alcune parole di circostanza ed il loro saluto ai convenuti, il Prefetto di Novara dott. Castaldo, il Gen. Magrassi, il Gen. Fantuzzi, il Gen. Langella, ed a seguire il sindaco di Novara rappresentato dall’assessore Perugini, il Gen. Tosi, Presidente dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Mutilati dell'Aeronautica, il Gen. Lodovisi, pilota dell’Aermacchi MB-326 giunto in volo per l’occasione, l’ing. Volpe, Direttore del comprensorio produttivo della F.A.C.O., il suo predecessore ing. Francesco Attucci ed infine l’ing. Massimo Lucchesini, il “papà” del velivolo M346; hanno particolarmente catturato l’attenzione del 3 GenMagrassipubblico la relazione di Magrassi, centrata, dopo un breve accenno ai contenuti del Libro Bianco, sul programma F-35 e sulle sconclusionate polemiche che tuttora lo circondano, sostanzialmente imbastite sul confronto con l’Eurofighter, che per alcuni addetti ai lavori avrebbe dovuto essere preferito al primo: si tratta in realtà di polemiche fondate sul nulla, ha concluso Magrassi trattandosi di confronto fra grandezze totalmente eterogenee, come se si potessero comparare gli esiti  di uno scontro tra un  soldato armato di spada con uno armato di fucile; quella di Fantuzzi, che ha sostanzialmente ricordato la funzione del Comando Logistico, consistente  in estrema sintesi nel mettere a disposizione della Forza Armata gli strumenti necessari per portare a termine con successo la propria missione, e l’ultima di Tosi che ha spiegato le finalità del sodalizio che ha l’onore di presiedere.
A tutti loro, così come al Comandante il Rgt. Nizza Cavalleria di Bellinzago Col. Luccetti, al Comandante provinciale dei Carabinieri, Magg. Virgillo in sua rappresentanza, al Comandante dei vigili del fuoco ing. Turturici, al sindaco di Oleggio, M.llo Marcassa, al sig. Rabozzi, Presidente della “famiglia Nuaresa”, al Ten. Col. Russo in rappresentanza del Com.te del Reggimento Gestione Aree di Transito di Bellinzago, è stato donato il primo volume del libro sul 53° Stormo; a seguire è stata consegnata la tessera di socio onorario al sig. Stefano Faeti con la seguente motivazione: “Sincero e fedele amico del Circolo del 53 e dell'aeroporto di Cameri, per la sua costante disponibilità e l'affetto dimostrato nei confronti del nostro Sodalizio”.
Dopo aver ricordato le figure di tre illustri ed eroici combattenti dell’Aeronautica, tutte medaglie d’oro al valor militare, nel loro centenario dalla nascita (1917-2017), e cioè di Guglielmo Chiarini, cui è intitolato il 53° Stormo, di Luigi Gorrini, socio onorario del Circolo del 53, e del novarese Teresio Martinoli, altro asso della caccia italiana, Mainini ha invitato i presenti, ovvero coloro i quali non l’avessero ancora fatto, a visitare gli allestimenti loro dedicati, approntati con  foto e cimeli, collocati  all'interno dell’hangar del 1° R.M.V..
5 cons bs ist BaraccaForse il momento di maggior coinvolgimento ha preso vita quando il sodalizio ha voluto esprimere la sua concreta solidarietà rivolgendosi all’esterno del proprio ambito storico ed  aggiudicando, come ormai consolidato nella precedenti edizioni, due borse di studio intitolate al Magg. Pil. Mariangela Valentini, in ricordo del suo sacrificio quando poco più di tre anni fa perdeva la vita, assieme a tre colleghi di Ghedi,  in un tragico quanto improbabile incidente di volo nel quale, come si ricorderà, vennero a collisione due velivoli tornado nel cielo delle Marche; e proprio per onorarne la memoria e ricordarne la passione per la carriera intrapresa, esempio di impegno professionale e dedizione al proprio dovere, allo studente Nicolò Mariani dell’Istituto Tecnico Aeronautico "Francesco Baracca" di Novara e la studentessa Rebecca Testolin di Oleggio, hanno beneficiato della somma disposta e concordata tra Circolo del 53, Club 61 Frecce Tricolori di Borgomanero presieduto dalla sig.ra Maria Teresa Bertinotti, e il Gen. Tosi dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Mutilati dell’Aeronautica.
6 cons bs stud Oleggio Chiamati gli studenti ad avvicinarsi al tavolo della presidenza con insegnanti, genitori e il sindaco di Oleggio Marcassa, presente la mamma della Valentini, la sig.ra Piera Vandoni, i riconoscimenti sono stati consegnati nelle mani dei premiati dal Presidente Gen. Tosi e dal Gen. Magrassi.
7 cons bs BallestraLa novità odierna, la più commovente peraltro, è stata l’introduzione di un ulteriore riconoscimento che la sig.ra Elisa Corradi, vedova del Cap. Giovanni Ballestra, pilota di Cameri deceduto in seguito alla caduta del suo F-104 S alla fine degli anni ’70, ha voluto personalmente porre in concorso a favore di un giovane militare dell’aeroporto che si fosse distinto nel corso dell’anno appena trascorso per meriti speciali; la scelta è caduta sul Serg. Elisabetta Belloli, in servizio presso il 1° RMV, impegnata anche come studentessa universitaria nella facoltà di scienze motorie nonché valente sportiva rugbysta ben inserita in una società sportiva torinese; l’assegno, intitolato alla memoria per l’appunto del Cap. Ballestra, ricordato da Mainini col soprannome di Baciccia, il pilota pescatore, come lo chiamavano i colleghi, è stato consegnato dal Gen. Fantuzzi circondato dai piloti presenti al raduno ed appartenuti all’ex 21° gruppo.
In conclusione è stato salutato il Presidente del Circolo “cugino” del 51° Gen. Ferrari, anch’egli graditissimo ospite, è stato ringraziato quel personale in servizio impiegato nella preparazione del raduno, il 1° M.llo Russo e il Lgt. Maizza personalmente,  e tutti gli altri   per il tramite del Comandante dell’aeroporto, Col.  Zamponi, e del Direttore del 1° R.M.V., Col. Traverso; sono state doverosamente salutate e ringraziate quelle aziende che hanno contribuito finanziariamente a questa edizione della manifestazione, e da ultimo ma non ultimo è stata espressa profonda gratitudine al sig. Roberto Pampalone, autore del sito web dal quale ciascuno di voi può accedere alle cronache delle attività e delle iniziative di questo sodalizio, così come a tutte le altre informazioni di carattere aviatorio che si ritiene utile riportare nell’interesse degli appassionati, per  il suo personale contributo e la disponibilità offerta in ogni circostanziata richiesta di intervento.
10 deposiz coronaA questo punto il popolo radunista è ordinatamente defluito dall’hangar (non prima però di avere ancora una volta generosamente contribuito a rimpinguare il “Fondo Valentini” attraverso una raccolta di denaro predisposta all’uscita),  per raggiungere il Piazzale Comando ove ha avuto luogo la toccante cerimonia di deposizione di una corona d’alloro davanti al monumento dei caduti; successivamente ed a compimento di una giornata sicuramente ricca di stimolanti emozioni, un apprezzato “rancio” consumato presso la tavola calda della base ha scritto le parole “arrivederci al 2018” sui volti e nei cuori di chi, né ora né mai, saprà concepire di relegare in second’ordine le esperienze di lavoro vissute su una delle basi aeree più antiche e gloriose presenti sul suolo della nostra Patria.

11 tradiz taglio torta

Leggi tutto...

Fidenza: l’amministrazione comunale rende omaggio alla medaglia d’oro e socio onorario del “Circolo del 53”, Luigi Gorrini [*1917 +2014] (03-10-2017)

Sabato 30 settembre u.s. è stato inaugurato a Fidenza un monumento dedicato all’Arma Aeronautica in occasione del centenario della nascita di un asso dell’aviazione italiana, medaglia d’oro al valor militare: il capitano pilota Luigi Gorrini, fidentino  d’adozione.
monumento a gorrini
L’opera, posizionata in via Cairoli, è un jet Aermacchi MB 326, restaurato per l’occasione; trattasi per l’appunto di un velivolo da addestramento progettato e interamente costruito in Italia, che ha formato migliaia di piloti in tutto il mondo.

"Penso che Gorrini", ha dichiarato il sindaco, "sia stato un asso autentico dell’arte aviatoria, che abbia combattuto per la parte sbagliata della storia, ma che comunque sia stato un militare impermeabile alle ideologie politiche e credo, per me vale soprattutto questo, che alzandosi in volo abbia evitato che altre bombe cadessero su Fidenza. Bombe angloamericane, le forze che stavano liberando l’Italia dal nazifascismo, ma sempre bombe e sempre foriere di morte dal cielo. Il mio giudizio sulla persona non cambia il mio giudizio su quella fase storica che visse l’Italia, non cambia la mia scelta di campo antifascista e non cambia quella della città di Fidenza, che a dispetto di sedicenti nostalgici di ieri e di oggi, diede un contributo straordinario alla lotta di liberazione".

Una posizione condivisa anche dal segretario dell'ANPI borghigiana Cristiano Squarza: "Ha combattuto fino all'ultimo  per difendere la città dai bombardamenti, salvando tante vite innocenti".

Luigi Gorrini era nato ad Alseno (prov. di Piacenza) il 12 luglio 1917; durante la sua ultima visita al reparto di appartenenza dopo il congedo, e rivolto agli uomini dell’amato 18° gruppo, così ricordava il tempo vissuto durante l’ultimo grande conflitto mondiale: “Bruciammo la nostra giovinezza ma obbedimmo. I nostri caduti sono testimoni della nostra fede, della nostra passione, del nostro credo. A questo gruppo ho offerto gli anni verdi della mia giovinezza che allora si viveva in un'altra dimensione. 212 combattimenti, 24 vittorie aeree  individuali, 5 lanci con il paracadute. Cose che rifarei per un’Italia migliore”.

gorrini2

 

 Luigi Gorrini nacque ad Alseno, provincia di Piacenza, il 12 luglio del 1917. Dopo l'infanzia sì arruolò nella Regia Aeronautica a 20 anni, nel 1937. Terminato il corso di pilotaggio presso la Scuola di Specializzazione di Castiglione del Lago, Gorrini fece richiesta di essere assegnato al 3º Stormo Caccia Terrestri, inquadrato nella 2ª Divisione Aerea "Borea" con sede presso l'aeroporto di Torino-Mirafiori. Il 17 giugno del 1939 ottenne il trasferimento al reparto ed integrato all'85ª Squadriglia del 18º Gruppo con il grado di sergente pilota. Servì con questa unità fino all'armistizio di Cassibile, l'8 settembre 1943. Poi entrò nelle file dell'Aeronautica Nazionale Repubblicana (ANR) fin quasi al termine del conflitto.

Leggi tutto...

Un napolitano & Un piemontese (22-02-2022)

Il Comando dell’Aeroporto di Cameri ha ospitato a febbraio un evento per promuovere una raccolta di fondi a favore del...

Evento religioso in onore della Madonna di Loreto …

Fonte: Associazione Arma Aeronautica - Sezione di Novara MOVM "C.E. Buscaglia"   Il 18 dicembre 2021 e come ogni anno l'Associazione...

Celebrata a Oleggio la Patrona degli Aeronauti

Madonna di Loreto, festa degli Avieri Oleggio, 10 dicembre 2020 Il Nucleo dell'Associazione Arma Aeronautica di Oleggio, di cui è Capo il...

La rivista "Cuore Rampante" ricorda la v…

E’ stato per noi un onore e motivo di orgoglio leggere sul notiziario numero 45 del Circolo del 53...

Coronavirus, 15° Stormo dell'Aeronautica Militare …

Fonte: https://www.adnkronos.com/2020/03/25/coronavirus-stormo-dell-aeronautica-militare-azione_kC5ug1BlCKoJzKSpOes0mO.html?refresh_ce Piena operatività per il 15° Stormo dell’Aeronautica Militare Italiana. Il reparto, oltre ad assicurare la normale attività di ricerca...

Serata per Carosone (20-11-2019)

Nel centenario della nascita di Renato Carosone, l’Istituto Tecnico Industriale OMAR – Sede di Oleggio, ha organizzato l’evento musicale “Auguri...

Rancio novarese alla Tiger House per festeggiare i…

In occasione della recente nomina del nostro 2° Vice Presidente, Gen. Isp. Giuseppe Lupoli, quale Comandante della 2a Divisione del...

Spettacolo a favore dell'O.N.F.A. (01-12-2018)

Lo scorso sabato 1 dicembre 2018 al cinema dell’aeroporto di Cameri si è svolta l’ormai tradizionale rappresentazione teatrale della compagnia...

Consegnate le borse di Studio "M. Valentini…

Uno dei momenti più significativi della 28a edizione dell’assemblea annuale dei soci che ha avuto luogo lo scorso 6 ottobre...

Serata teatrale a favore dell'ONFA (15-12-2017)

Per il 4° anno consecutivo, il gruppo “Cum ven ven” ha portato in scena una rappresentazione teatrale per ricordare gli...

Serata musicale a favore dell'ONFA (05-11-2017)

Altra solidale iniziativa della compagine aeronautica camerese questa volta a favore di ONFA, Opera Nazionale per i Figli degli Aviatori.   La...

27ª Assemblea dei Soci Circolo del 53: assegnate l…

Nel corso dell’odierna edizione, la n° 27, dell’assemblea dei soci e come ormai consolidato nelle precedenti, sono state consegnate due...

Rock e solidarietà all’Aeroporto di Cameri (06-02-…

Venerdì 3 febbraio 2017 presso la sala cinema dell’Aeroporto di Cameri si sono esibite le band musicali Sympathy e la...

Spettacolo teatrale della compagnia CUM VEN VEN G…

Cameri, 02 dicembre 2016. Per il terzo anno consecutivo, il CUM VEN VEN Group ha messo in scena uno spettacolo...

Tre borse di studio magg. Mariangela Valentini per…

Sabato 8 ottobre 2016 consegnate tre borse di studio intitolate alla memoria del magg. Mariangela Valentini L'impegno assunto dal Circolo...

Concerto della "Omar Band" presso l'Aero…

31-03-2016Concerto della "Omar Band" presso l'Aeroporto di Cameri In occasione della celebrazione del 93° Anniversario della costituzione dell’Aeronautica Militare, il Centro...

Presentato il nuovo calendario 2016 dell’Aeronauti…

Presentato il nuovo calendario 2016 dell’Aeronautica Militare agli studenti novaresi Si è concluso lunedì 25 gennaio, presso l’Aeroporto Militare di Cameri...

Cameri: consegnate tre borse di studio alla memori…

Cameri: consegnate tre borse di studio intitolate alla memoria del magg. Mariangela Valentini Sabato 3 ottobre 2015, in occasione dell’annuale assemblea...